petrosyan

Oktagon a Torino, un osso duro per Giorgio Petrosyan

Il 16 aprile prossimo sul ring del Pala Alpitur di Torino Giorgio Petrosyan affronterà l’ucraino Enriko Gogokhia nella serata che batterà le bandiere congiunte di Oktagon e Bellator. Il nome potrebbe non dire molto ai fan ‘casual’, ma gli appassionati di kicboxing sanno bene chi sia il ventiquattrenne moscovita d’adozione.

Lanciato ad altissimo livello non ancora ventenne, Gogokhia aveva iniziato la carriera con un record mediocre dovendosi arrendere a fighter di ben altra esperienza quali Zambidis, Gurgov e Askerov.

Pagato il dazio iniziale però, l’ucraino è stato pressoché inarrestabile vincendo, dal dicembre 2011 a oggi, 20 match sui 21 disputati e cogliendo scalpi importantissimi come quelli di Warren Stevelmans, Davit Kiria e addirittura Sittichai Sitsonpeenong, sconfitto nel 2013 a Milano. Sotto il colpi del picchiatore ucraino sono negli anni caduti anche gli italiani Bruno Franchi e Alessandro Campagna.

Petrosyan, dopo la sconfitta patita nel 2013 per mano di Andy Ristie che aveva posto fine a sei anni di imbattibilità – e dopo e aver perso tutto il 2014 per colpa degli infortuni – ha vinto gli ultimi cinque match disputati e il prossimo 23 gennaio affronterà Jiao Fukai sul a Shanghai.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.