kokkonen2

Il furbetto della materassina: perde ma si reintrufola agli Euro Ibjjf

Anche in uno sport generalmente connotato da lealtà e correttezza come il Bjj, ci sono le mele marce. La mela in questione viene dalla Francia e la storia – riportata per primo dal sito Jiujitsutimes – farebbe ridere se non facesse soprattutto piangere.

Scena del delitto, i Campionati Europei Ibjjf disputatisi negli scorsi giorni a Lisbona.

Secondo quanto dichiarato in un post su Facebook dall’atleta Tuomas Kokkonen, il finlandese ha strangolato, nel secondo turno delle cinture viola, il francese Sacha Marguerite ma per un clamoroso quanto banale errore del tavolo, e più che altro per la malafede dello sconfitto, a proseguire nel torneo è stato proprio Marguerite.

Il francese sarebbe stato infatti segnato nel referto quale vincitore del match e, una volta richiamato sulla materassina per il turno successivo, non si sarebbe nemmeno sognato di segnalare l’equivoco, combattendo come nulla fosse e per giunta vincendo la propria lotta e venendo eliminato soltanto più avanti nel corso del torneo.

La storia, che da domenica sta facendo il giro dei Social, non è stata smentita da Marguerite, quindi dobbiamo assumere risponda a verità.

Quanto al Kokkonen, quando si è accorto dell’accaduto era ormai troppo tardi dato che il terzo round era bell’e concluso.

Mesi di sangue, sudore e botte; centinaia di euro per viaggio, soggiorno e iscrizione; sogni, speranze, ambizioni: tutto perduto, senza appello. O meglio, tutto rubato.

kokkonen

Chi ha frequentato grandi tornei di Bjj sa che l’errore è molto meno assurdo di quanto non sembri, essendo i giudici e gli inservienti costretti ad aver a che fare per ore e ore con nomi e facce del tutto sconosciute e a lavorare al ritmo frenetico di una catena di montaggio, spesso senza nemmeno il tempo di mangiare o andare al bagno.

Lo stesso Kokkonen, con signorilità e compostezza degne della massima ammirazione, riconosce nel suo post che “big tournament, mistakes happen“, in un grande tornei errori del genere possono capitare.

Non si tira, però, indietro quando si tratta di stigmatizzare la condotta dell’avversario: “La colpa va a Sasha (la grafia corretta è Sacha, ndr) Marguerite, per la sua codardia e la totale mancanza di sportività. Se lo incontrate ad un torneo diteglielo che deve vergognarsi e che la comunità del Bjj non rispetta gente che si comporta così”.

Dopo essere stato strangolato sulla materassina, lo spregiudicato francesce rischia di venire stritolato anche da uno stigma che sarà difficile levarsi di dosso.

 

 

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.